jump to navigation

INCENERITORI – TUTTO QUELLO CHE DOVEVATE SAPERE E CHE NON VI HANNO VOLUTO FAR SAPERE! 5 gennaio 2010

Posted by cesenacinquestelle in Uncategorized.
trackback

di Marco Dallamora

Apprendiamo con sgomento le notizie che ci arrivano da una video-intervista pubblicata sul blog di Beppe Grillo.

Il comico genovese ha dato spazio all’oncologa di fama internazionale Patrizia Gentilini, che fa anche parte all’Associazione dei Medici per l’Ambiente che ci riporta notizie sconcertanti riguardanti falsificazioni di documenti di studi scientifici in uso ad associazioni pubbliche per negare gli effetti degli inceneritori sulla salute.

Tra quelli citati abbiamo il “Quaderno N.45 di ingegneria ambientale”, tale documento a firma di Umberto Veronesi, Michele Giugliano, Mario Grasso e Vito Foà, è stato ripreso dalla Regione Sicilia e da altre Regioni, quali la Regione Toscana, e altre Province in Italia.

Tra gli esempi che la Dottoressa cita troviamo anche i due inceneritori di Coriano (Forli), che ricordiamo scaricano le loro polveri anche sul territorio cesenate, e anche in questo caso è riportata solo la frase iniziale delle conclusioni, in cui si dice che lo studio non ha messo in evidenza eccessi di mortalità generale e di incidenza per tutti i tumori, è un’interpretazione molto parziale.

Inceneritore di Forlì

La dottoressa dice testualmente nella video intervista: “E’ stata analizzata la popolazione residente per circa 14 anni, dal 1990 al 2003/2004, e i risultati che ci sono stati sono stati estremamente importanti per quanto riguarda le donne. Nel grafico ho riportato l’andamento della mortalità per cancro nel sesso femminile in funzione dell’esposizione, quindi in funzione dei livelli della mappa precedente.

In pratica questo è l’andamento del rischio di morte in funzione del livello di esposizione (vedi video), questo è l’andamento della mortalità per tutti i tipi di tumore nel loro complesso nel sesso femminile, che arriva fino a un aumento del 54%, questo l’andamento della mortalità per cancro alla mammella, al colon retto, per cancro allo stomaco, vedete che c’è una coerenza innegabile tra aumento del rischio e aumento del livello di esposizione, questo risultato certamente molto importante viene sottaciuto nel paragrafo che riguarda l’impatto sanitario dell’incenerimento, in modo da sottostimare questo rischio che è di fatto assolutamente di rilievo.”

Vogliamo ricordare che non è la prima volta che l’uso pure artefatto, strumentale degli studi scientifici è servito e ha costituito l’alibi per non adottare delle misure di protezione della salute pubblica, con un carico di sofferenze, di morti, malattia che si poteva evitare.

La procedura di incenerimento dei rifiuti è una procedura barbara e stupida. Si inceneriscono materie prime che arrecano danno alla salute, anziché sfruttarle (come fanno diversi paesi europei) per produrre benessere e ricchezza.

Ci chiediamo quindi quando chi amministra le nostre città, le nostre regioni e il nostro paese comincerà veramente a pensare al cittadino come persona e non solo come voto, quando questi personaggi che ci governano cominceranno a pensare di fare l’interesse pubblico e non quello dei soliti noti affaristi che si arricchiscono sulla nostra pelle?

E i cittadini cosa dicono? Non sono stufi di piangere le morti dei propri cari mentre vengono continuamente presi in giro?

Annunci

Commenti»

No comments yet — be the first.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: