jump to navigation

MI SONO ROTTO LE SCATOLE! 7 maggio 2010

Posted by ossa78 in Uncategorized.
trackback

di Marco Dallamora

Comincio dicendo che questo articolo del blog tratterà dei temi caldi che verranno affrontati con toni tutt’altro che pacati, lo si può notare già dal titolo di questo post.

Questa mattina come tutti i giorni mi informo e leggo un po’ di giornali su internet e sul sito di Repubblica.it trovo questo titolo: “Roma, Casa Pound manifesta e la sinistra si divide”.

Questa mattina infatti Blocco Studentesco (l’organizzazione studentesca degli autodefinti “fascisti del terzo millennio” di Casa Pound, protagonista degli scontri di piazza Navona) sarà a piazza della Repubblica, a due passi dalla stazione Termini, per un sit-in in vista delle prossime elezioni del consiglio nazionale degli studenti universitari del 12 e 13.

Ora, io quando leggo queste cose, mi innervosisco. A neo-fascisti che esaltano il fascismo, il Duce, si fanno il saluto romano e che altro non sono che dei frustrati, beceri e ignoranti non deve essere permesso manifestare. Non possono e non devono nascondersi dietro all’art. 21 della Costituzione che sancisce il diritto universale di manifestare, questo perché, e diciamocelo chiaro, se non fosse stato per tutti coloro che sono caduti sul campo, che hanno “resistito” al nazi-fascismo la nostra repubblica e la nostra costituzione sarebbero ancora un sogno. Non è certo per merito dei fascisti che oggi possiamo godere di tantissimi diritti e di libertà (anche se a dire il vero c’è qualcuno che non è molto contento di questo e sta cercando pian piano di distruggerla un pezzettino alla volta).

Quindi cari amici mi sono davvero rotto le scatole, di dover ancora sentire parlare di fascismo e di dover sentire e leggere i vari filosofi che si arrampicano sugli specchi e minimizzano la questione. Per chi ha studiato la storia, o meglio per chi l’ha capita, le grandi dittature del ‘900 come il Fascismo e il Nazismo sono nate proprio in questo modo: coltivando l’odio che veniva concimato da problemi economico-sociali e nell’indifferenza, o meglio, sottovalutazione dei più, che stavano a guardare.

Ecco quindi io mi auguro che la storia non si ripeta, che questa sinistra (definirla così sarebbe un offesa per la vera sinistra che fù) smetta di dividersi e che tutta la società civile, democratica e antifascista si ribelli a queste manifestazioni fasciste, faccia applicare la legge sull’apologia del fascismo e che nessuno stia a guardare, per non ripetere l’errore che ahinoi a macchiato di sangue un ventennio di storia del secolo scorso.

Non facciamoci tacciare da persone che ci definiscono: antichi, legati a vecchi schemi del passato. Il fascismo non è un opinione politica, bensì dittatura, violenza e razzismo. Resistiamo a coloro che invece vivono davvero nel passato e vogliono riportarlo tra noi! Cerchiamo di essere dei veri Antifascisti!

Annunci

Commenti»

No comments yet — be the first.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: