jump to navigation

La bufala dei parcheggi 10 maggio 2010

Posted by cesenacinquestelle in Uncategorized.
trackback

Clicca sull'immagine per leggere l'articolo

Questo l’articolo apparso oggi 10 maggio sul “Corriere Romagna” a firma di Gian Paolo Castagnoli. Pubblichiamo l’intero testo e la replica che abbiamo mandato alla redazione del giornale per smentire quanto detto nell’articolo.


Replica di Natascia Guiduzzi Consigliere Cesena 5 stelle.

Mi trovo, mio malgrado, a dover replicare all’articolo apparso oggi a pagina 53 del vostro giornale che mi vedeva “tirata in causa” in modo personale a proposito della tessera per i parcheggi.

Trovo l’articolo, la sua impostazione e parte delle notizie date ai cittadini, inqualificabili. E’ evidente un attacco gratuito e immotivato alla mia persona, alla mia onestà e agli ideali che manifesto nella mia attività politica.

I fatti: sono consigliere comunale da circa un anno, svolgo il mio mandato con impegno e determinazione, non ho mai perso un consiglio comunale né una commissione se non per motivi gravi, sottraendo tempo al mio lavoro, alla mia vita privata e alla mia famiglia, ma senza rimpianti. Questo impone che raggiunga piazza del Popolo quasi ogni giorno e nei mesi invernali, quando la temperatura è più rigida, la raggiungo con la mia macchina, dato che abito a 7 km dal centro e la mia zona di residenza non è servita da mezzi pubblici. Le commissioni si svolgono sempre nel tardo pomeriggio, per parteciparvi esco mezz’ora prima dal lavoro, riuscendo a malapena ad arrivare in orario. Generalmente parcheggio nei pressi del comune e in quelle zone è quasi ovunque prevista la sosta per un massimo di 2 ore. Sosta che pago regolarmente con soldi miei. E’ successo molto spesso che la commissione alla quale partecipavo si protraesse per un tempo superiore alle 2 ore ed è capitato che al mio ritorno ci fosse una bella contravvenzione ad aspettarmi. Contravvenzioni che ho puntualmente pagato, come onesta cittadina. Come me altri consiglieri si sono trovati nella medesima situazione. Va da sé che nessun consigliere debba rimetterci di tasca propria per assolvere ad un mandato che lo vede interessarsi di problemi della collettività. Da qui nasce la mia sottoscrizione alla richiesta di una soluzione che aiuti i consiglieri ad assolvere il compito senza dover ricorrere in sanzioni per i parcheggi nell’arco di tempo in cui svolgono un servizio pubblico sottopagato. Ricordo che i consiglieri Cesenati percepiscono un gettone di presenza di 32,50 euro lordi.

La giunta ha quindi deliberato di mettere a disposizione dei consiglieri che ne fanno richiesta una tessera prepagata, così come avete scritto nell’articolo. Tessera che non è un dono, come citato nell’articolo, ma che viene ceduta ad un prezzo concordato, prezzo che ogni consigliere paga di tasca sua. Soluzione che ho personalmente rifiutato in quanto non risolve assolutamente il problema della sosta massima di ore 2, che potrebbe essere usata in modo improprio o ceduta a terzi.

Ad un certo punto dell’articolo vengo tirata in causa in modo personale, si legge infatti: “la cosa paradossale è che fra chi ha sollecitato l’inedito aiuto ci sono esponenti di forze politiche che non perdono occasione per scagliarsi contro “la casta”….. su tutti spiccano i seguaci di Beppe Grillo… Natascia Guiduzzi è stata una delle richiedenti della tessera per parcheggiare”. A vostro avviso, far richiesta per trovare una soluzione alle molteplici contravvenzioni ricevute per i sopracitati motivi, è una cosa paradossale ed equivale a far parte della casta?? Un permesso per la sosta continuativa in orario in cui svolgiamo il nostro ruolo istituzionale, equivale ad un privilegio? Permesso che nessuno dei consiglieri, in particolare io, si è mai sognato di richiedere gratuitamente, ma pagando di tasca nostra quanto fosse necessario. Ora mi chiedo quale lavoratore continuerebbe a svolgere la propria attività in rimessa, così come succede a me in questi casi.

Ci tengo inoltre a sottolineare che non ho mai ritirato la tessera, nè ho intenzione di farlo in futuro e non mi risulta che nessun altro consigliere l’abbia ritirata.

Vorrei far notare inoltre che in città vicine alla nostra, ad esempio Forlì, ai consiglieri comunali viene dato un permesso di ingresso in zona ZTL e sosta gratuita per una cifra simbolica annua e che in quelle città nessun giornalista si è prodigato per dare “il caso” in pasto ai giornali.

Ora mi chiedo: sono questi gli scandali da portare in prima pagina nella città di Cesena? Centinaia di migliaia di euro di soldi pubblici vengono sprecati ogni giorno, le società partecipate del comune chiudono i bilanci in negativo di parecchi milioni di euro e i giornalisti scrivono su consiglieri che pagheranno di tasca propria una tessera per il parcheggio a prezzo agevolato? Non c’è davvero altro di importante che un giornalista come Castagnoli, che vanta una comprovata esperienza, possa portare all’attenzione dei cittadini?

Trovo l’articolo una pura strumentalizzazione sterile e qualunquistica, ma soprattutto trovo la forma dell’articolo (che evidenzia in grassetto i nomi di alcuni consiglieri e di altri no) inqualificabile. Faccio appello al diritto di replica e mi aspetto che quanto da me affermato venga pubblicato come smentita all’articolo stesso con parimenti grandezza.

Annunci

Commenti»

1. Gianluca Amadio - 13 maggio 2010

E’ sempre più aspro e teso il rapporto fra cittadinanza e rappresentanti eletti e il termine “casta” enfatizza e sottolinea questa situazione di disparità. E’ quantomeno “strano ed inusuale” che alcuni Consiglieri si mobilitino sottoscrivendo un provvedimento che da origine ad una tessera e poi si affermi di non averne fatta richiesta, allora dico io “A cosa serve attivarla se poi non si intende richiederla ed utilizzarla?”.
Appare chiaro il puerile tentativo di nascondersi dietro un dito, in realtà nel proprio piccolo si è concretizzato ciò che in scala maggiore porta alle grandi disparità di cui il nostro paese è vittima.
Si è trattato di un passo falso che spero non abbia a ripetersi.
Nei confronti dei grillini l’elettorato cesenate ha aperto un credito e se non verranno mantenute le promesse fatte in campagna elettorale tale credito si rivelerà un boomerang per Cesena 5 Stelle.

Gianluca Amadio
ex candidato Lista Civica Cesena 5 Stelle

ossa78 - 13 maggio 2010

Vorrei fare un po’ di chiarezza sulla questione, poi ognuno è libero di credere ciò che vuole, ma i fatti sono fatti e come tali inconfutabili.
La consigliera Guiduzzi in data 12 Gennaio, ha sottoscritto, come tutti gli altri consiglieri, una richiesta inoltrata al presidente del consiglio in cui si faceva notare il “problema” (le virgolette sono dovute) del parcheggio di Piazza del Popolo.
Questo “problema” non era certo il fatto di pagare il parcheggio, bensì quello di dover, ogni 2 ore, assentarsi dall’aula per incrementare il parchimetro. Ovviamente per quanto riguarda la consigliera Guiduzzi il problema si poneva solo nei giorni in cui, essendo essa presente sul luogo di lavoro, non riusciva ad organizzarsi in altra maniera come per esempio usare un mezzo pubblico, un parcheggio scambiatore oppure un diverso parcheggio che non prevedesse limiti di orario. D’altra parte conciliare lavoro, consigli comunali, commissioni e vita privata non è facile per nessuno e i tempi sono spesso strettissimi, e sappiamo tutti benissimo come funziona “bene” per esempio il trasporto pubblico a Cesena. Inoltre per quei consigli o commissioni che si protraggono oltre l’orario in cui girano ancora i tram, il problema trasporto pubblico è ancor più enfatizzato.

La giunta comunale ha poi risposto a questa richiesta, presentato la soluzione che tutti sappiamo e abbiamo letto, ma appunto perchè questa soluzione non rappresentava poi una risoluzione del problema proposto, bensì una mera agevolazione economica, tale tessera non è mai stata ritirata dalla Consigliera a 5 Stelle.
Personalmente penso che la richiesta avanzata non avesse nessuna intenzione di attribuire privilegi (intesi in senso economico) ai consiglieri, bensì permettere loro di eseguire il loro lavoro e quindi il loro mandato elettorale nel migliore dei modi continuando a pagare come tutti i cittadini il parcheggio, ma evitando solamente la spola ogni due ore dalle aule del consiglio al parchimetro e sopratutto solo nei casi in cui non ci si sarebbe potuti organizzare in altro modo, questo perchè se io trovassi parcheggio per tutto il giorno ad 1.50 euro, col cavolo che vado a pagare notevolmente di più anche se posso esimermi dal dover andare ogni 2 ore a cambiare il tagliandino.
Ora mi chiedo, se una persona volesse analizzare i fatti in maniera obiettiva e non con il solo scopo di accanirsi contro il Movimento a 5 Stelle, cosa che sta diventando ormai lo sport nazionale, capirebbe che in tutta questa faccenda non c’è nessun dolo e nessuna nuova casta in costruzione.
Per tutti gli altri invece, il mio augurio è quello di rinsavire prima o poi, viceversa questo paese continuerà a sprofondare nel baratro e la colpa non sarà sicuramente della Guiduzzi, della Pirini o degli altri consiglieri a 5 stelle (comunali e regionali).

Marco Dallamora detto “Ossa
(Movimento 5 Stelle Forlì-Cesena)

Gianluca Amadio - 19 maggio 2010

Caro Ossa, non ho ricevuto nella tua replica alcuna risposta alla mia considerazione e questo mi dispiace, solo roboanti affermazioni basate su sedicenti inconfutabili fatti, ma entrambi sappiamo bene qual’è la realtà. Come ben sai, sono stato uno di quelli che ha maggiormente contribuito alla campagna elettorale per le amministrative di un anno fa e alle recenti consultazioni regionali ho votato il Movimento 5 Stelle, pertanto, respingo con forza l’accusa di essere uno che si schiera contro per partito preso. La mia critica e considerazione è basata su quel sentire comune che essere ligi a principi etici e a comportamenti coerenti rappresenta un valore intrinseco nell’attività politica.
Le aspettative della cittadinanza sul Movimento 5 Stelle sono notevoli e sottintendono a quelle doti che fanno di un soggetto qualsiasi un buon amministratore, parlo cioè di preparazione, competenza, trasparenza, coerenza e onestà.
Se per le prime due è possibile colmare una eventuale lacuna, per le altre credo si tratti di doti innate.
Sarà la capacità dei singoli di dimostrare di avere le doti sopra citate a garantire il successo o viceversa il fallimento del movimento, ed è per questo che la selezione delle persone è di assoluta importanza.

Gianluca Amadio
ex candidato Lista Civica Cesena 5 Stelle

2. enrico - 14 maggio 2010

Ho votato movimento 5 stelle e trovo la risposta della Guiduzzi controcorrente rispetto a quello che il movimento a 5 stelle ha sempre propugnato. Dire poi: “Vorrei far notare inoltre che in città vicine alla nostra, ad esempio Forlì, ai consiglieri comunali viene dato un permesso di ingresso in zona ZTL e sosta gratuita per una cifra simbolica annua e che in quelle città nessun giornalista si è prodigato per dare “il caso” in pasto ai giornali.” è ragionare alla stregua dei più illustri membri del pdl.
Non vivo a Cesena, ma penso di poter dire che chi ha votato la Guiduzzi non l’ha fatto perchè risolvesse i suoi problemi logistici, ma perchè risolva quelli dei suoi concittadini. Tante persone lavorano nel centro storico e si arrabbatono per arrivare in orario. La Guiduzzi potrebbe pertanto sostenere una bella iniziativa che porti a distribuire i fondi riscossi con i soldi dei parcheggi verso un trasporto pubblico efficiente e magari gratuito (in modo da invogliare la gente ad utilizzare di più il mezzo pubblico a costo zero), visto che l’inquinamento e gli sforamenti sono sempre più frequenti. Ad esempio vi sono uffici pubblici molto frequentati che non hanno fermata di autobus vicina (giudice di pace ed agenzia delle entrate). E’ meglio concentrarsi su battaglie pubbliche tese a portare benefici alla qualità della vita dei cittadini, piuttosto che condividire battaglie di casta per vantaggi personali (anche se di scarsa entità) quoto in toto il messaggio precedentemente inoltrato.
Se la risposta successiva è una posizione ufficiale, è possibile affermare che è già arrivato il momento di discutere sui principi fondanti del movimento.

ossa78 - 18 maggio 2010

Ciao Enrico,
se avessi cercato la verità, e non ti fossi accontentato di quello che scrivono i giornali, di sicuro non avresti commentato così la notizia.
La cosa più strana (che poi strana non è) è che la Guiduzzi, non ha accettato questa famosa tessera appunto perchè era un privilegio e che assolutamente non aiutava a risolvere un problema.
Faccio notare inoltre che il problema non è suo personale, non ha certo chiesto un permesso o un agevolazione per andare al lavoro la mattina, bensì è stato chiesto da tutti i consiglieri di agevolare l’esercizio della loro funzione pubblica e non certo la loro vita privata. Io francamente non ci trovo nulla di male e sopratutto non cozza contro le battaglie che stiamo portando avanti, anche perchè come ha sempre dichiarato la Guiduzzi, se ci fosse il benedetto tram, lei prenderebbe quello, ma chi abita a Cesena, sa benissimo come funzionano i trasporti pubblici. Prova a prendere un tram per tornare a Ruffio partendo dal Centro di Cesena alle 21.30 o anche più tardi (a volte i lavori di commissione/consiglio si protraggono fino a tardi) e poi mi dirai.
Come ho già detto in precedenza, se queste sono le colpe da assegnare al movimento e per il quale lo stesso viene messo in croce, allora mie cari concittadini stiamo bene così, PDL e PD-L a vita cosi siamo tutti felici e contenti.
Sicuramente siamo vittime di una strumentalizzazione politica, perchè è di questo che si parla, e un po’ ingenuamente ci siamo cascati. D’altra parte non siamo politici navigati e a volte qualche granchio lo si prende. Se poi qualcuno pensa di poter far meglio si faccia avanti, c’è posto e gli attivisti non bastano mai!
Molto facile pensare sempre al proprio orticello e limitarsi a fare una X su un simbolo quando si è chiamati a votare….. che bel futuro che ci aspetta se questo andazzo non cambia! W l’ITALIA e W gli ITALIANI!

ossa78 - 18 maggio 2010

Dimenticavo….
in tutto questo, nessuno a nulla da dire sulla vicenda SAPRO? Come al solito siamo schiavi dell’informazione che ci dice cosa pensare e su cosa essere informati e ci nasconde le vere notizie.
SAPRO è un SPA che ha un passivo di 105 milioni di euro (sti soldi non si tirano su nemmeno con un 6 al super enalotto) e noi del Movimento 5 Stelle (sia a Forlì che a Cesena) ci siamo battuti per non buttare nel buco nero SAPRO altri milioni di soldi pubblici per tentare un salvataggio quanto mai improbabile. Tra l’altro gli amministratori di questa società sono ancora al loro posto, anche se su costoro c’è qualche dubbio riguardante la legalità con cui hanno operato…..I terreni che sapro gestisce e che sono ipotecati sono nostri, del comune e quindi dei cittadini ma sono in mano alle banche e a questa SPA.
NESSUNO a nulla da dire su questo?!

Marco Dallamora
(Movimento 5 Stelle Forlì-Cesena)

3. Alighiero - 18 maggio 2010

Quando il dito indica la luna c’è chi guarda il dito.

ossa78 - 18 maggio 2010

Concordo Alighiero,
anzi a volte c’è chi guarda addirittura il braccio, magari mentre la luna ci crolla in testa per poi dire: “Ah ma non lo sapevo mica!”, intanto però la Luna è caduta e ti sei fatto male….

Marco Dallamora
(Movimento 5 Stelle Forlì-Cesena)

4. natasciaguiduzzi - 18 maggio 2010

Sono davvero molto delusa nel vedere che uso strumentale si sta facendo della notizia sulle tessere sul parcheggio. Gli articoli proposti da certi quotidiani di Cesena sono inqualificabili. Nessuna puntulizzazione chiara sul fatto che le tessere NON SONO UN OMAGGIO ma a prezzo calmierato (si paga 1/3 del valore precaricato). Si lascia intendere che siano un regalo e quindi un privilegio da casta.
Ma il colmo lo abbiamo raggiunto oggi.
Sul Corriere vengono pubblicate a tutta pagina 3 lettere di cittadini indignati lasciando presumere che non siano arrivate altro che proteste. Incredibile! Io ho personalmente ricevuto decine di lettere di solidarietà da cittadini intelligenti che ragionano e che hanno capito esattamente come stanno le cose.
I giornali locali stanno usando questa notizia per dispogliere l’attenzione da problemi ben più gravi della città; vedi Sapro, Acer, Serinar, Seaf. Vedi le inchieste in cui sono coinvolti dirigenti comunali, oppure la Vicenda del Sacro Cuore o del Conad, oppure degli abusi edilizi perpetrati dai soliti noti ecc…

Rimane la mia personale convinzione che l’informazione in Italia lasci molto a desiderare, ma che a Cesena sia totalmente assente.

Alighiero - 19 maggio 2010

Signora Natascia, lei che ha già dimostrato impegno e coscienza civile comprenderà senza meno questa semplice parola che le ripeto tre volte citando l’ex procuratore Borrelli: resistere, resistere, resistere.
Sia ben conscia che nel suo caso raddoppiano, ed il perchè è chiaro: PDL, PD-L.
La strada che ha intrapreso è vincente, questa notorietà di cui la omaggiano ne è la prova.
Prima ignoravano il movimento, ora lo temono, questa campagna stampa lo suggella.
Una preghiera, non si faccia dettare l’agenda, proceda nel percorso intrapreso forte del mandato dei suoi elettori, di quei tanti cittadini che orfani di rappresentatività l’hanno ritrovata grazie al suo impegno e sacrificio, grazie all’impegno e sacrificio degli attivisti del movimento 5 stelle.
Grazie per il suo lavoro e vada avanti, tenendo sempre ben presente che il numero ed il tenore dei tentativi di screditarla, di screditarvi, che troverà sul suo cammino, sul vostro cammino, le daranno il polso dell’efficacia del suo impegno, del vostro impegno, e da essi tragga ancor più vigore, ancor più forza, ancor più consapevolezza.

Con Aumentata stima.

5. natasciaguiduzzi - 19 maggio 2010

Le sue parole mi hanno commosso…

La ringrazio di cuore,

Natascia Guiduzzi

6. Simone - 20 maggio 2010

Leggendo l’articolo ed i commenti tutti d’un fiato vorrei fare una domanda ai sostenitori del movimento a 5 stelle: ma di cosa vi state stupendo? Il vostro movimento, a tutti i livelli, conduce costantemente una campagna di discredito nei confronti della “casta” e lo fa senza tante distinzioni tra chi svolge il proprio compito in modo onesto e chi invece trascende nella disonestà.
Non è forse il vostro rappresentante n.1 – Beppe Grillo – a dire pubblicamente che la classe politica è feccia e che a tutti i livelli deve essere allontanata dai pubblici uffici?
Quando si gioca continuamente in attacco, sparando a zero su tutto e su tutti senza distinzione di merito, non vedo come ci si possa stupire di essere attaccati.
Parlando “terra terra”: avete preso una cantonata mostruosa. Come è possibile attaccare su tutti i punti la casta e poi invece fare “le vittime” perchè per andare in Consiglio Comunale o per partecipare alle Commissioni si deve parcheggiare dove la sosta massima è di due ore?
Ma lo sapete che già nella zona di via Curiel e nella via Mulini i parcheggi sono addirittura a tariffa giornaliera?!
A piedi, da via Mulini a Piazza del Popolo ci vogliono 5 minuti. Non mi sembra che una camminata di 5 minuti possa essere definita “un problema”.
Chi come voi agisce in modo tanto rumoroso contro i privilegi non si può permettere MAI di intervenire difendendo le proprie necessità (in quanto rappresentante eletto) e non quelle dei cittadini.
Tornando, per concludere, alla domanda iniziale: di cosa vi stupite? Avete fatto un bell’autogol senza neanche accorgevene. La perdita di credibilità e gli attacchi sono inevitabili.

7. natasciaguiduzzi - 25 maggio 2010

Va bene tutto, ma cerchiamo di fare un passo indietro.
Torniamo sul merito.
La tessera pargheggio pagata 1/3 dai consiglieri, è un privilegio?
Io dico di no.
Ad ogni modo, per quel che mi riguarda, la tessera non ce l’ho e non ho mai avuto intenzione di ritirarla perchè non l’ho mai ritenuta una soluzione al problema multe.

8. GiGi - 30 novembre 2010

approposito di parcheggi…che ne dice il “movimento” della vicenda “sacrocuore”?…dei parcheggi, della scuola senza parcheggi prima e dopo l’eventuale realizzazione…del suolo pubblico circostante la struttura “concesso”…temporaneamente…?
sapere cosa è successo ai vigili che hanno svolto le indagini?

cesenacinquestelle - 5 dicembre 2010

NO, non lo sappiamo, racconta.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: