jump to navigation

“Legge Bavaglio”: vergogna italiana. 12 giugno 2010

Posted by cesenacinquestelle in Uncategorized.
trackback

Un’altra pagina nera della storia italiana ieri è stata scritta in senato. Un’altra piccola, ma sincera, storia di regime.

Questo governo, truffaldino, per proteggere il proprio capo e padrone dalle inchieste della magistratura sulla “cricca”, ha posto l’ennesima fiducia sul disegno di legge ribattezzato “Legge Bavaglio”, che prevede un taglio netto all’intercettazioni telefoniche, uno strumento largamente utilizzato dai magistrati e che in passato è stato lo strumento principale per la cattura di pericolosi criminali tra cui boss mafiosi. Se questo non bastasse è fatto divieto di pubblicazione da parte dei media con un inasprimento delle misure di contenimento che vanno a colpire gli editori con maxi-multe che toccano cifre da capogiro.

Tutto questo in barba alle proteste dell’opposizione, dei giornalisti e di una larga parte della popolazione italiana.

A quando le veline che suggeriscono ai giornali cosa scrivere come accadeva durante il regime fascista? O forse già ci sono…

Durante il ventennio fascista le imposizioni avvenivano spesso con la forza fisica, ora le si fanno passare in maniera più sottile (ma nemmeno poi tanto), raccontando fandonie a reti unificate gettando fumo negli occhi agli italiani che tra una “velina” semi nuda, qualche partita di pallone e un paio di reality ben conditi, che se ne stanno buoni buoni sul divano senza verbo proferire.

Tra l’altro questa legge, che se passerà anche alla Camera avrà completato il suo percorso, a nostro avviso ha di certo vari elementi di incostituzionalità. Non siamo certo degli avvocati costituzionalisti, ma leggendo l’art.21 della nostra carta costituzionale, sembra proprio che questa legge non la rispetti.

Lo stesso articolo, nell’ultimo paragrafo recita: “Sono vietate le pubblicazioni a stampa, gli spettacoli e tutte le altre manifestazioni contrarie al buon costume. La legge stabilisce provvedimenti adeguati a prevenire e a reprimere le violazioni.”

Quindi ora mi chiedo a quando l’oscuramento mediatico delle “schifezze” (leggi bugie sulla crisi e la manovra finanziaria, la farsa del dopo terremoto a  L’Aquila o del G8, etc.) che questo governo continua a perpetrare nei confronti di noi cittadini italiani? Non è forse tutto questo carosello contrario al buon costume? Almeno non dovremmo subire queste leggi ad personam e farci prendere in giro dagli esponenti del governo che a turno passano in video col sorriso stampato dicendo che tutto va bene.

In senato durante la votazione (richiesto il voto di fiducia) il PD e altre opposizioni sono uscite dall’aula. Noi ci chiediamo: ma dove diavolo andavano??? L’opposizione si fa dentro l’aula, non fuori!!

Italiani?! Dove siete? Fatevi sentire, reagite a questo scempio ai danni del nostro Paese, della nostra Costituzione, alla nostra democrazia e all’uguaglianza  delle generazioni presenti e future!

Annunci

Commenti»

No comments yet — be the first.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: