jump to navigation

TAV: infrastruttura inutile. 2 luglio 2011

Posted by cesenacinquestelle in Uncategorized.
trackback

Nemmeno un mese è passato dal referendum che ha sancito un principio inequivocabile: i cittadini vogliono decidere in forma diretta sulla gestione dei beni comuni nel proprio territorio.

Sembra che sia il PDL che il PD non abbiano ancora imparato questa elementare lezione, dato l’atteggiamento bipartisan con cui difendono quell’inutile e costoso progetto che è il TAV in Val di Susa. Entrambi appaiono plaudire alle forze dell’ordine cui è stata ordinata una brutale e irresponsabile repressione dei comitati cittadini che difendono compatti il loro territorio. I cittadini semplicemente la TAV non la vogliono, ed hanno infinite e ben documentate ragioni farlo.

Il costo stimato iniziale di oltre 20 miliardi di euro, pur spropositato, è destinato a raddoppiare (pagato per oltre il 70% dallo stato, solo una frazione andrà in posti di lavoro). La già esistente linea ferroviaria Torino-Lione, considerata “vetusta”, ha una capacità stimata di transito merci pari a 25 milioni di tonnellate all’anno, ed è attualmente utilizzata per meno di un quarto della sua reale capacità. Milioni di tonnellate di materiale estratti per la realizzazione di una galleria larga 6 metri e lunga ben 53Km dovranno essere trattati come rifiuto speciale (contenente amianto e uranio) sovraccaricando tutte le discariche della zona. Il costo energetico di 20 anni di cantieri aperti (come minimo) è enorme, sia in termini di CO2 che di inquinamento atmosferico, consumando una quantità smodata di combustibili fossili. Le stime sul futuro del traffico merci (perché solo di questo la TAV si occupa) sono vecchie di 30 anni e si sono dimostrate errate di un fattore 10 (in eccesso). Persino il transito merci su gomma al traforo del Frejus è in calo da anni.

Nonostante ciò, non risulta che la mancanza di un’opera “così strategica” abbia causato ad oggi alcun problema di approvvigionamento a supermercati e imprese.

Ogni singolo aspetto di quest’opera appare piuttosto orientato all’accaparramento senza scrupoli di fondi europei per la realizzazione di progetti privi di reale utilità pratica per il territorio. Per questo motivo il movimento 5 stelle vuole dimostrarsi solidale con i tanti cittadini che stanno difendendo il loro diritto a un futuro sostenibile per i propri figli, invitando tutti a partecipare in maniera convinta alle tante manifestazioni no-tav che si svolgeranno Domenica 3 luglio in tante piazze d’Italia.

Ogni euro buttato in una infrastruttura inutile è un euro rubato a un lavoro più utile e sostenibile per le prossime generazioni che verranno.

 

Natascia Guiduzzi – Consigliere Comunale

Paolo Marani – Cons. Quartiere Centro Urbano

Mathias Spadaccini – Cons. Quartiere Oltresavio

Vittorio Valletta – Cons. Quartiere Fiorenzuola

Tutti i ragazzi del Movimento 5 stelle Cesena

Documento elaborato dal comitato no-tav contenente le 150 ragioni per essere contrari alla TAV !!!!

E’ un vademecum indispensabile per ribattere a qualsiasi domanda di un politico, che provi a mettere in castagna qualcuno con la solfa che l’opera è strategica, utile, porta sviluppo, etc.

 Non è strategica, non è utile, non porta sviluppo. E’ solo un modo come un altro per spendere soldi pubblici.

Annunci

Commenti»

No comments yet — be the first.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: